About

oroscopo3.jpg

*** LATEST NEWS! ***

OROSCOPO THINK TANK

Lunedì 26 e martedì 27 novembre 2018 // dalle 10 alle 18 // Garage Nardini

Che fine ha fatto il futuro?, si chiedeva Marc Augé in un saggio del 2008.

Con il think tank OROSCOPO, VAN interroga le artiste e gli artisti italiani della danza e della performance a proposito del futuro, a partire dalla lettura di alcuni testi e sotto la guida dello studioso ed esperto di performing art Daniel-Blanga Gubbay. OROSCOPO è una convocazione per gli stati generali della danza, il tentativo di creare una comunità temporanea che avvisti e articoli nuovi modi di prevedere il futuro. In una due giorni ospitata negli spazi di Operaestate Festival a Bassano del Grappa, artiste/i e professionisti della danza contemporanea alterneranno conversazioni filosofiche, pratiche fisiche ed esperimenti profetici per dare forma a modalità possibili di ricerca e collaborazione, fuori dagli schemi dati. Insieme, combattive e combattivi.

 Registrati qui per partecipare

Per informazioni: organizzazione@associazioneculturalevan.it

PROGRAMMA
26 novembre
10.00 apertura lavori
10.30 – 13.00 Che fine ha fatto il futuro? tavola rotonda con Daniel Blanga Gubbay, studioso di performing art e direttore artistico del Kunsten Festival Des Arts, attorno ai modi e alle strategie per guardare al futuro – modera Marco D’Agostin
13.00 – 14.00 pausa pranzo
14.00 – 16.00 discussione aperta a tutti sui temi emersi il mattino, moderano gli artisti VAN
16.00 – 18.00 social dreaming, sessione condotta da Elena Giannotti, coreografa, performer e medico cinese

27 novembre
10.00 – 11.00 social dreaming, sessione condotta da Elena Giannotti, coreografa, performer e medico cinese
11.00 – 13.00 divisione in gruppi di lavoro ed elaborazione del compito per la giornata: quale strategia per addentrarci assieme nel futuro?
13.00-14.00 pausa pranzo
14.00 – 16.30 gruppi di lavoro
16.30 – 18.00 sharing finale e chiusura lavori

Ideazione e realizzazione Associazione Culturale VAN:
Giorgia Ohanesian Nardin, Marco D’Agostin, Francesca Foscarini, Ginevra Panzetti e Enrico Ticconi, Camilla Monga, Davide Valrosso, Andrea Costanzo Martini, Irene Russolillo
 
Con il sostegno di MIBAC, Funder35, CSC Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa, AiDAP
Azione inserita nel programma di internazionalizzazione  professionale del Progetto Boarding Pass Plus

**************************

ARCHIVIO ANNO ZERO

VAN compie ad ATELIERSI il primo approdo di ARCHIVIO ANNO ZERO, progetto che mette a fuoco la memorabilità di pratiche somatiche e compositive.
Il progetto, iniziato nell’aprile 2018, ha visto le artiste e gli artisti VAN entrare in dialogo con Gaia Clotilde Chernetich (ricercatrice e dramaturg di danza) per interrogarsi sull’articolazione del tempo e del suo rapporto con le pratiche coreografiche e la loro archiviazione.
Ospiti in residenza dal 5 al 9 novembre all'ATELIERSI di Bologna, 9 artisti VAN si interrogano su cosa significhi archiviare, nel corpo e non solo, e su come selezionare e dare ordine alla memoria nei processi creativi.
Al termine della residenza il 9 novembre gli artisti apriranno le porte di ATELIERSI per chi vorrà assistere alla restituzione del lavoro di ricerca e condividere un tempo da trascorrere insieme.

Per saperne di più leggi qui la sezione ARCHIVIO ANNO ZERO, a cura di Gaia Clotilde Chernetich.

>> 9 NOVEMBRE // PROGRAMMA 
dalle 14.00 alle 19.00 >> porte aperte (il pubblico potrà entrare ed uscire dallo spazio quando lo desidera e vedere gli artisti all'opera)
alle 19.00 >> "Appunti per uno studio sul memorabile": presentazione del progetto a cura di Gaia Clotilde Chernetich
dalle 20.00 alle 21.00 >> break
alle 21.00 >> sharing di pratiche condivise
 
NOTA BENE: La serata potrebbe contenere performance esplosivamente folli, silenziosamente conturbanti, inaspettatamente illuminanti. 

Si ringraziano gli spazi che hanno ospitato gli incontri di ARCHIVIO ANNO ZERO:
Garage Nardini, CSC Centro per la scena contemporanea di Bassano del Grappa / Teatro delle Briciole, Parma / SPAM, Porcari (LU) / Teatro Petrella, Longiano / Balletto di Roma

**************************************************************************************************************************************************************

VAN è un organismo di produzione della danza supportato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. 
Nasce nel 2013 dall’incontro artistico e umano di Marco D’Agostin, Francesca Foscarini e Giorgia Nardin, che avevano da poco creato Spic & Span, spettacolo vincitore della Menzione Speciale al Premio Scenario 2011 e finalista al Concorso Internazionale delle Isole Canarie MasDanza 2012. 
I tre coreografi hanno inteso creare una struttura che potesse consolidare sia il loro rapporto con il Veneto, regione di provenienza e primo luogo di incubazione dei loro nuovi progetti, sia la dimensione internazionale, che da sempre è importante punto di riferimento e ne caratterizza le modalità di creazione e di circuitazione.
VAN sostiene, produce e distribuisce gli spettacoli e le offerte formative dei tre autori, assieme a quelli della coreografa Camilla Monga e del giovane danz’autore Davide Valrosso.